Come gli aggressori DDoS nominati Derp Trolling restano in carcere per 27 mesi?

Gli hacker che hanno lanciato attacchi DDoS a Sony, EA e altre piattaforme durante il 2013 in un periodo natalizio serviranno da carcere:

Una persona di 23 anni di nome Austin Thompson, noto anche con il suo programma virtuale Derp Trolling, è stato condannato a 27 mesi di prigione per i suoi attacchi DDoS da parte delle maggiori compagnie di gioco. Questo hacker si è reso colpevole nel novembre del 2018 e fu accusato di aver interrotto le principali piattaforme di gioco come Steam, PlayStation Network e rovinato molti giocatori nel 2013. Fu il primo ad attaccare a lanciare attacchi DDoS per motivi inadeguati come rendere le persone libere per trascorrere del tempo con le loro famiglie e ha iniziato una tendenza tra i giovani hacker.

Mentre, potrebbe sembrare divertente durante gli attacchi DDoS e il criminale dovrà affrontare le ramificazioni e rimanere in carcere per quasi due anni e mezzo a partire dal 27 agosto corrompendo la sua reputazione e le prospettive. Inoltre, dopo la scarcerazione, gli hacker rimarranno sotto la supervisione per i prossimi tre anni. Secondo le dichiarazioni della corte, Thompson deve pagare una penalità di $ 95.000 per l’intrattenimento online Sony, che ora è un giorno noto come Daybreak Games.

Derp Trolling faceva parte del gruppo di hacker di Lizard Squad:

Fino al 2013, gli attacchi DDoS utilizzati dalle società di gioco non erano così efficaci in relazione ai giorni nostri. A quel tempo, l’account Twitter @Derp Trolling è stato utilizzato per richiedere la richiesta di nuovi obiettivi e per la pubblicazione di scalpi che significa screenshot dell’attacco riuscito. Thompson era attivo dal 2011, ma il suo compito principale è stato avviato nel dicembre 2013, quando si è verificato un noto attacco. Anche se, è anche un membro del gruppo di hacking della squadra di lucertola che è noto per essere il primo ad attaccare le principali società di gioco e ad attaccare la rete di Sony PlayStation e Microsoft Xbox Live durante il periodo natalizio.

Thompson non è solo un membro della squadra di lucertole che è stato arrestato e accusato come un criminale. Inoltre, nel 2015 Julius Kivimaki è stato anche arrestato dalle autorità finlandesi e trascorre due anni in prigione per il suo ruolo negli attacchi DDoS. Sfortunatamente, la squadra ha hackerato il successo del gruppo e ha iniziato una tendenza tra i giovani hacker e gruppi come la squadra fantasma e R.I.U. Star Patrol è emerso nel 2015 e nel 2016. Così, le copie sono andate allo stesso modo e hanno attaccato le principali società di gioco ogni anno durante il periodo natalizio.

Gli attacchi DDoS sono malevoli e le forze dell’ordine seguiranno e puniranno i criminali:

Occasionalmente, gli attacchi DDoS sono comuni contro titoli di gioco importanti come World of Warcraft per un motivo e un altro e di solito si prendono cura dei giocatori che tornano nei loro giochi preferiti. Tuttavia, gli attacchi annuali hanno promosso l’ufficio di investigazione federale nel dicembre 2018 e il servizio di intelligence insieme alla polizia del Regno Unito è riuscito a sequestrare 15 DDoS per assumere domini e impedire loro di attaccare durante quell’anno.

Quindi, l’arresto di Thompson è avvenuto nel 2014 a New York e in seguito le autorità hanno utilizzato varie tecniche di rilevamento delle informazioni per trovarlo, quindi anche il suo account Twitter è stato bloccato. Quindi, l’avvocato americano Robert Brewer ha detto che questo caso non è un’eccezione e che le forze dell’ordine lavoreranno continuamente per punire i cattivi attori che usano impropriamente i servizi internet.

Articoli Simili